La via Gallica a Verona: storia della strada romana e cosa ancora si può vedere

Un tempo Verona era collegata con tutte le province dell’impero romano grazie all’imponente struttura stradale fondata e costruita con il lavoro ed il sangue dei romani (ricordiamo anche il fatto che la società romana purtroppo basava la sua economia sullo schiavismo e che quindi molte strade furono costruite con il lavoro sfruttato degli schiavi) che comunque riuscirono in maniera efficiente ad aumentare la viabilità dell’impero.

Naturalmente in tutto questo sistema era compresa anche Verona, una città piuttosto importante per Roma e per il suo impero ed era infatti inclusa nella rete stradale della Via Gallica, che adesso scopriremo assieme.

La Via Gallica era un’antica strada del nord Italia che collegava il municipi romani della Pianura Padana. Iniziò dalla via Postumia accanto a Verona, e collegando Brescia (Brixia), Bergamo (della Bergamo) e Milano (Mediolanum), passando vicino al Lago di Garda.

Nella prima sezione della strada di Verona, esiste una necropoli cristiana, su cui sono state erette in seguito l’Abbazia e la Basilica di San Zeno.

Se vuoi vistare la Via Gallica di Verona ti consigliamo di prendere un auto a nolo oppure di informarti bene su Google e sulla cartina digitale i punti in cui ancora è possibile vedere la strada romana.
Ps: esistono tanti monumenti più interessanti secondo noi da visitare a Verona!

Commento (1)

  1. Roberto (Autore Post)

    Sarebbe possibile avere qualche foto?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *