Sulle rive dell’Adige, Castelvecchio fu costruito dagli Scaligeri nel 1354-55, un’imponente fortezza difensiva che ricordava alcuni rivali del potere della famiglia della Scala. Attraversare il fiume è possibile passando per il bellissimo castello di Ponte Scaligero, un ponte del XIV secolo senza traffico automobilistico adatto per una passeggiata per le famiglie. La mura e le torri principali del castello offrono una splendida vista sul ponte, sulla città e sulle colline circostanti. L’interno del castello è stato brillantemente restaurato e trasformato in luminoso spazio espositivo dall’architetto Carlo Scarpa, senza sacrificare l’integrità o la storia del castello. Qui sono mostrate le collezioni del Civico Museo d’Arte di Verona, con sculture veronesi, arte applicata e dipinti, con opere di Bellini, Rubens, Montagna, Guardi, Tiepolo, Tintoretto, Pisano e artisti del XV e XVI secolo della Scuola Veronese. A pochi passi c’è Corso Cavour con l’Arco dei Gavi, una porta d’arco in pietra del primo secolo che attraversava una strada romana; se vi va potete cercare le scanalature indossate dalle ruote del carro nella pietra sotto l’arco.

Uno dei più grandi del suo genere e tra gli anfiteatri romani meglio conservati, l’arena di Verona fu costruita nel regno di Diocleziano, pressocé intorno al 290 dC. Soltanto quattro archi della parete esterna sul lato nord sono sopravvissuti, ma i posti a sedere a volta sono intatti e sono tuttora sottoposti ad uso regolare. I suoi posti a sedere possono ospitare 22.000 spettatori e nei mesi di luglio e agosto l’arena di Veronoa è la sede del Festival dell’Opera di Verona, uno dei maggiori eventi musicali estivi dell’Europa.